Rosamiria



Pisa - 1967-70

1972
Origini
Rosamiria nasce a Lucca il 2 Agosto del 1946, terza dopo che la madre Trisa aveva perso due figli prematuramente.  Per questo fu molto desiderata e non poteva fare un passo senza essere seguita e protetta.  Qui ci sono le prime foto.  Il padre Vincenzo Greco, originario di Lizzanello in provincia di Lecce, è maresciallo dei Carabinieri.  Il fratello Pietrantonio, a cui è molto legata, nasce a Gallicano il 22 Febbraio 1950, quattro anni dopo. 


Scuole - Università
Frequenta il Liceo Scientifico a Castelnuovo insieme a Nadia e Raffaella, e nel 1965 si trasferisce a Pisa per frequentare Scienze Biologiche all'Università, con Nadia e Katia.  Si sistema in casa Capocchi con le amiche Nadia (Biologia), Rosalba (Medicina), Giuliana e Raffaella (Matematica).  Si laurea il 22 febbraio 1972. Qui c'è una tabella con la cronologia.  Le foto del periodo dell'università sono qui (1965-72).


Professione
Comincia a lavorare al Laboratorio di Analisi di Porta Elisa a Lucca (dal 3/5/72 al 31/12/74), mentre fa l'assistente "ad horas" all'Università nel 1972-73 e 1973-74.  Lasciato il lavoro a Lucca continua a lavorare all'Università, alla Facoltà di Medicina dove insegna Farmacologia dall'1/12/74 come contrattista quadriennale negli anni accademici 1974-77 e 1978-80.  Dall'1/8/1980 è Ricercatore Confermato.  Insegna Farmacologia al corso per infermiere volontarie organizzato dalla Croce Rossa Italiana nel 1978 e al corso della Scuola per Infermieri Professionali della USL per i cinque anni accademici 1978-83.  Nell'Anno Accademico 1981-82 insegna Biologia Cellulare alla Scuola di Specializzazione in Farmacologia della Facoltà di Medicina.  Dal 1/10/83 al 30/9/85 per 2 anni, poi dall'1/7/86 al 30/6/88 ancora per 2 anni e ancora per tutto l'anno 1989 è in congedo ai Laboratoires de Récherche Métabolique (LRM) di Ginevra.  Nel 1984 aveva partecipato al Concorso C.N.R. per la N.A.T.O. Senior Fellowship/Visiting Professorship ottenendo l'idoneità.  Alla fine degli anni '90 passa alla Facoltà di Farmacia dove insegna Farmacologia e Farmacognosia III (Tossicologia).  Ecco qui alcune sue pubblicazioni: 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) lista1 lista2.  È in pensione dal Novembre 2010.



Tirrenia 22/11/73
Durante il periodo dell'università frequenta il bar Centro in Piazza Garibaldi al Ponte di Mezzo, insieme a Giuliana e Katia ed altri che formano una piacevole compagnia.  Qui nel 1966 incontra Elia che è un amico di Katia, sua compagna di corso che abita allo stesso indirizzo di Elia in via l'Arancio.  Elia continua a frequentarla insieme a Katia e Giuliana per tutta l'università, poi dopo la laurea nel 1972 i contatti si diradano perché lei lavora a Lucca nel Laboratorio di Analisi di Porta Elisa.  In questo periodo lei frequenta il bar dell'Ussero sul Lungarno dove fa nuove amicizie.  Le foto di questi anni sono qui.  Nel 1975 Rosamiria lascia la camera da studentessa e va ad abitare con Rosalba e Pasqualina in via XXIX Maggio davanti alla Sapienza.  Questo facilita le visite di Elia che non era mai andato a trovarla in casa Capocchi.  La loro continua come una semplice amicizia per 13 anni fino al 5 Agosto del 1979 quando si scoprono innamorati.  Quella sera erano a ballare al Maroccone con la musica di Anema e core che diventa la loro canzone.
Passano l'estate dal Cinelli al campeggio Miramare di Antignano con altri amici di Livorno e di Gallicano.  Ogni sera vanno da Pisa ad Antignano in moto, con la BMW nera di Elia che è un amante del motociclismo.  Anche a Rosamiria piace la libertà della moto, con il vento che le scompiglia i capelli che porta lunghissimi.  Dall'11 al 13 agosto 1979 Elia porta Rosamiria a Ginevra per la prima volta per vedere le Fêtes de Génève.  Il 16 agosto vanno a Foggia ospiti di Raffaella e Matteo de Lorenzi e poi al campeggio di Mattinata sul Gargano, il 25 vanno poi a Jesi via Falconara, dove incontrano lo zio Manfredi, ed il 26 sono a Pisa.  Il 15 settembre partecipano al matrimonio di Pietrantonio e Antonella. 
Il 1980 vede Elia, che è ricercatore al CNR, andare spesso in missione a Ginevra per settimane, periodi durante i quali Rosamiria rimane sola.

Venezia, maggio 1981
Nel maggio 1981 visitano insieme Verona, il balcone e la casa di Giulietta, l'Arena, e poi Venezia.  Ma una prima separazione interviene poco dopo quando Elia va per un anno allo Stanford Linear Accelerator Center (SLAC) presso la Stanford University a Palo Alto in California, nella Silicon Valley a sud di San Francisco.
In questo periodo, dal 1° giugno 1981 al 31 maggio 1982, mantengono i contatti col telefono.  Rosamiria cambia casa, lascia quella di via XXIX Maggio vicino alla Sapienza e trasloca in via Marco Polo a Porta Fiorentina in un luminoso appartamento al quinto piano.  Le foto del periodo 1981-82 sono qui.  Quando Elia ritorna dall'America ai primi di giugno 1982, Rosamiria lo va a prendere all'aeroporto e la coppia si riunisce dopo questa prima separazione durata un anno.  Segue un periodo tranquillo e felice di un anno e quattro mesi.

Laboratoire de Réchèrches Métaboliques
Université de Genève
Nell'ottobre del 1983 si trasferiscono a Ginevra dove Elia è Associate alla DD Division del CERN e lei Ricercatrice al "Laboratoire de Récherches Métaboliques" dell'Università.  Elia era stato attratto dal fabbricato detto "La Tulipe" (nella foto qui a sinistra) proprio fatto a forma di tulipano che si trovava dietro l'Hôpital Cantonal, ed era entrato, salendo per caso al secondo piano con l'ascensore esterno.  Si trovò in mezzo ad un laboratorio dove chiese in francese ad una donna in camice bianco in quale istituto si trovava, lei rispose in italiano perché era italiana, Elisabetta, di Parma e lo accompagnò dal prof. Jeanrenaud che dirigeva l'istituto, il quale fu ben felice di sapere che Rosamiria a Pisa faceva ricerche sul diabete, che era proprio il tema di ricerca del suo istituto, il L.R.M., il metabolismo del glucosio.  Gli chiese di portarla subito a Ginevra perché aveva un lavoro per lei.  Dal momento che aveva visto il fabbricato ed era entrato non era passata un'ora. 

Nell'ottobre 1985 Rosamiria rimane sola a Ginevra perché Elia deve tornare a Pisa per sei mesi avendo esaurito i due anni di congedo concessi dal CNR.  In questo periodo si incontrano a Saronno dove Elia è per due mesi alla Ibitech.  Rosamiria viene in treno da Ginevra a Gallarate dove Elia la va a prendere e trascorrono i week-end insieme, visitando la Brianza e i Laghi. 

Dopo otto mesi nel giugno 1986 Elia è comandato alla sezione INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) di Bologna, e torna a Ginevra al CERN nel gruppo del Prof. Zichichi, che in agosto li invita ad Erice al suo celebre congresso dove si incontrano scienziati russi, americani e cinesi.  Entrambi sono tra i 10.000 firmatari del Manifesto di Erice per l'abbattimento delle barriere e per la libertà di comunicazione nella scienza.  In questo congresso hanno modo di conoscere il Prof. Boschi, direttore dell'INGV, il prof. Guido Piragino, addetto scientifico a Mosca, la vedova di Paul Dirac, sir John Eccles e Edward Teller, il creatore della bomba H.

Case vittoriane di Alamo Square Park
San Francisco (California) - febbraio 1987
Si sposano a Gallicano il 24 gennaio 1987, e vanno in viaggio di nozze ad Asilomar in California, tra Monterey e Pacific Grove, dove Elia partecipa ad un congresso.  Rosamiria percorre la 17-mile-drive lungo la costa pacifica fino a Big Sur, in una gita organizzata per le mogli dei congressisti.  Visitano insieme San Francisco, il Golden Gate Bridge, Monterey, Carmel, e la casa-museo di Steinbeck a Salinas.  Visitano Boston e il Rhode Island dove a Woonsocket si trova la sua famiglia con zii e cugini emigrati da Gallicano ai primi del '900.  Restano insieme a Ginevra fino al 22 dicembre 1989 quando Rosamiria rientra all'Università di Pisa, mentre Elia rientra al CNR tre mesi dopo, il 21 marzo 1990.


Bagno Lido - Calambrone
catamarano Hobie Cat 14'
agosto 1988
Elia ama la vela, ed ha vinto delle coppe nelle regate sia sul Lago di Ginevra con un 12 metri, che al mare di Tirrenia sul catamarano da 14' tipo Hobie Cat, quando nel 1988-90 erano al Bagno Lido del Calambrone.  Le foto di questo periodo si trovano qui.

Nell'estate del '91 vanno in vacanza a Costa Merlata (Marina di Ostuni, 30 km a nord di Brindisi) dove, oltre ad un mare meraviglioso tra le colate di lava che si protendono nel mare come dita di una mano, isolando piccole spiaggette solitamente deserte dove Rosamiria pesca i gamberi, c'è anche la possibilità di volare. 
Infatti Elia ha dal 1986 l'attestato di Volo da Diporto/Sportivo sugli ultraleggeri ed era venuto a Costa Merlata per frequentare il corso di pilotaggio sugli ultraleggeri idrovolanti, corso che non si è tenuto per problemi tecnici, ma la scoperta del luogo bellissimo e totalmente sconosciuto lo aveva ricompensato.
Il campo di volo è in un'antica cava di tufo, l'hangar principale e quelli più piccoli erano scavati nel tufo.  Anche i piccoli appartamenti per gli ospiti erano molto freschi perché scavati nel tufo, che è un buon isolante. 

Costa Merlata (BR) - agosto 1994
sullo sfondo le colate di lava
Dal '91 al '95 passano l'estate in Puglia, e nell'occasione visitano i parenti di Rosamiria a Lizzanello vicino a Lecce, luogo di origine di suo padre, e dove risiedono ancora gli zii con una decina di cugini e cugine.  Questa numerosa famiglia in estate si trasferisce in una grande villa di loro proprietà sul mare a San Foca, il litorale di Lecce.  Il 27 agosto 1991 visitano le grotte di Castellana per la prima volta.  Ambedue fanno parte del gruppo Astrofili di Pisa, infatti invitano gli amici per vedere le stelle cadenti nella notte di San Lorenzo, e nell'occasione della inaugurazione dell'osservatorio di Libbiano nel 1997 incontrano l'astrofisica Margherita Hack.
Elia va in pensione il 1° dicembre 2006, e Rosamiria il 1° novembre 2010, in coincidenza con la partenza di Elia per Addis Abeba per un progetto per il catasto e l'anagrafe in Etiopia.  In questa occasione passa le ferie a Malindi-Watamu (Kenya) da Giuseppe, un amico che vive là da ventisette anni, su spiagge di sabbia bianca difese da ben tre barriere coralline, che hanno trasformato lo tsunami del 2004 in una alta marea fuori orario.  Dopo la pensione Elia si dedica ad un progetto sul controllo degli aliscafi a cui pensava da anni, che diventa un brevetto.
Le foto più recenti si trovano qui.
Una visita di controllo le scopre la polmonite ai primi di novembre 2011.  Già da due mesi Rosamiria aveva difficoltà di respirazione, la sua bronchite cronica dovuta al fumo si era trasformata in polmonite.  La saturazione di ossigeno nel sangue era solo dell'86%.
Le successive radiografie evidenziano un'ombra alla base del polmone sinistro.  Ricoverata nel reparto di pneumologia dell'ospedale di Cisanello dal 7 al 24 dicembre, gli esami e le TAC portano alla diagnosi di adenocarcinoma polmonare bilaterale, il 15 dicembre 2011.  Seguono tre anni e tre mesi di chemioterapia, in quattro cicli, due dei quali le fanno perdere i capelli.  La morte giunge nel sonno la mattina del 21 marzo 2015, il primo giorno di primavera.  La notte alle cinque la saturazione di ossigeno nel sangue era del 44%, era la prima volta che scendeva sotto il 50%.



Bufalo

Sissi e Luna
Sia Rosamiria che Elia amano i gatti, ne hanno avuti molti: il primo, bianco e nero e per questo chiamato Bufalo (1987-90) per i colori del quartiere dei Bufali a Gallicano, trovato a Tirrenia in via delle Orchidèe dalla Sara, poi la Sissi, gatta color tartaruga di origine svizzera (agosto 1989-28/12/96), la Luna figlia della Sissi, grigia e rosa simile ad un certosino, ma con la coda (8/4/1992-16/9/2007) che ha vissuto 15 anni e mezzo, Corallina (Cora 1/8/2007) sopra tigrata e sotto bianca, così chiamata perché trovata al ristorante del Bagno Corallo il 4/10/2007, e Stella, gatta a pelo lungo con la distribuzione dei colori perfettamente simmetrica indice di razza pura, sopra nera e sotto bianca (nata nel nostro giardino il 26/6/2009).

Cora[llina]

Stella